L'abbandono

Avanzamento del bosco sopra CostaDal secondo dopoguerra il sistema dei terrazzamenti è collassato, con il crollo delle coltivazioni che richiedevano troppa manodopera rispetto a quelle meccanizzate. Oggi i terrazzamenti mostrano le conseguenze di uno stato di abbandono durato ormai 30 anni, per cui sono coperti dal bosco e soggetti a crolli che ne minacciano la stabilità. Del patrimonio di 230 km di muri in pietra a secco che ricoprono la valle, più del 60% è in rovina e mette a rischio la sicurezza dei versanti.

Oggi dei terrazzamenti sono ancora utilizzati solo quelli più vicini alle abitazioni, come orti privati: le coltivazioni orticole (quelle storiche come la patata e i fagioli, come anche i piccoli frutti) danno qui ancora  risultati di qualità e il terreno, ricco di ferro (come testimonia un'indagine ARPAV), rende gli ortaggi saporiti.

Il rimboschimento dei versanti sopra CampeseL'abbandono delle Casarette sul Col 22 Ore sopra Valstagna